.
Annunci online

Scacchi
con Auryn
 
 
 
 
           
       

 
29 giugno 2007

XVII Olimpiade Iccf

Avanza l’Italia nei preliminari della XVII Olimpiade ICCF – Adesso è seconda a mezzo punto dal Brasile, che può essere superato.

Nicola Latronico ed Eros Riccio primi nei rispettivi gruppi, ottimi anche Claudio Cesetti ed Alberto Dosi.

 

Nella prima sezione dei preliminari della XVII Olimpiade ICCF l’Italia con 33,5 punti è per il momento seconda a solo mezzo punto dal Brasile. Al terzo posto l’Austria con 33 punti, quindi la Norvegia e la Russia a 30,5. Seguono distaccate la Polonia (25,5), la Lituania (25), Cuba (22), Israele (21,5), Hong Kong (18) e gli Isolated Chess Players (12,5).

Gli scacchisti che sostengono la nostra nazionale sono: Nicola Latronico, Giorgio Ruggeri Laderchi, Claudio Cesetti, Alberto Dosi, Eros Riccio e Secondo Genga.

Nel primo gruppo Nicola Latronico è primo in classifica con 6 punti e una partita da giocare, davanti al polacco Lubas (5,5 punti), anch’egli con 1 partita in meno; nel secondo gruppo Giorgio Ruggeri Laderchi ha concluso con 5 punti ed è quinto in classifica; nel terzo Claudio Cesetti è secondo con 6,5 punti a mezzo punto dal brasiliano Chacon, ma può superarlo avendo ancora una partita a disposizione; nel quarto gruppo Alberto Dosi è terzo a 6,5 punti e una partita in meno, dietro al norvegese Lorentzen, che ha chiuso a 7,5, e al brasiliano Souza, primo con 7,5 punti e una partita in meno; nel quinto Eros Riccio è primo in classifica con 7,5 punti e ancora una partita da giocare, davanti al lituano Lapeginas e il russo Alpert che hanno concluso a 6,5 punti; nel sesto gruppo, invece, Secondo Genga è solo penultimo, ma può ancora far bene avendo a disposizione ancora 4 partite.

A conti fatti l’Italia, che deve disputare ancora 8 partite, può superare tranquillamente il Brasile, al quale ne mancano solo 4, e classificarsi al primo posto.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 29/6/2007 alle 12:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 giugno 2007

Torneo Internazionale di Livorno

3° Torneo Internazionale "Città di Livorno"

(dal sito ufficiale dell'ASIGC)

Eros Riccio (CM FSI) 4° classificato, ha sconfitto 2 Maestri FIDE



Finale spettacolare per il 2° posto del torneo. Nell' ultimo turno la vittoria del GM Djuric (bianco) contro il Prima Nazionale Gazzarri era scontata, mentre ha destato molto interesse la sfida tra Eros Riccio ed il Maestro Internazionale Mrdja. La partita avrebbe dato il 2° posto al vincitore, mentre la patta avrebbe decretato il 3° posto per Riccio ed il 4° per il MI croato.

Eros Riccio ha comunque disputato uno splendido torneo, al 4° posto con un Bucholz altissimo, il più alto in assoluto, ha perso con il GM Djuric (il GM giocava pure con il bianco) ma ha battuto il M° FIDE Wagman ed il M° FIDE Sciortino classificatosi al 3° posto (ha perso solo con Riccio). 

Come si vede benissimo dalla foto, Eros Riccio (con il bianco) ad un certo punto della partita aveva assediato il Re nero con Donna e Torre (tocca al bianco muovere). Negli sviluppi della posizione non sarebbe stato difficile pattare, ma puntando alla vittoria il bianco ha tentato nuove vie, e Mrdja ha finito per ribaltare la situazione.

Le prime due scacchiere dell'ultimo turno hanno polarizzato l'attenzione degli spettatori.

In primo piano la partita tra il GM Stefan Djuric (a destra) e Leonardo Gazzarri, poi Eros Riccio e Milan Mrdja


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 26/6/2007 alle 17:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 giugno 2007

3° Torneo internazionale di Livorno

Sfilata di maestri al torneo di Livorno
(dal Corriere di Lucca del 20 giugno 2007)

 

LIVORNO - Terzo torneo internazionale Città di Livorno. In gara molti talenti internazionali e quattro lucchesi.
E' in fase di svolgimento nella città labronica il 3° Torneo internazionale di scacchi Città di Livorno, che si concluderà nel prossimo weekend del 23 e 24.
Il torneo, che si svolge nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova, ha un livello tecnico molto elevato. Partecipano, infatti, numerosi talenti dello scacchismo internazionale, come il grande maestro serbo Stefan Djuric, il maestro internazionale croato Milan Mrdja e i maestri Roman Hautala (finlandese) e Stuart Wagman (americano). Sono presenti anche molti scacchisti italiani, tra cui i lucchesi Eros Riccio, Roberto Corso, Francesco Frugoli e Oliver Valbuena.
Dopo il primo weekend, e quindi a metà torneo, sono in testa alla classifica Stefan Djuric, Milan Mrdja e Eros Riccio, tutti e tre con due punti e mezzo in tre partite. Seguono con due punti Francesco Frugoli, Leonardo Gazzarri, Massimo Sciortino e Roman Hautala. A un punto e mezzo sono Davide Contini, Andrea Raiano, Stuart Wagman, Ymer Vrami e Riccardo Franceschi. Quindi gli altri.
Assolutamente da seguire, alla ripresa della gara nel prossimo weekend, l'incontro in prima scacchiera tra Stefan Djuric ed Eros Riccio; ma non sono meno importanti le partite in seconda scacchiera tra Milan Mrdja e Massimo Sciortino e in terza tra Francesco Frugoli e Roman Hautala.
Saranno questi, infatti, gli scontri che delineeranno meglio la classifica per la vittoria finale nelle ultime due tornate di domenica prossima.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 21/6/2007 alle 17:4 | Versione per la stampa

20 giugno 2007

Interviews with freestylers (by Vasik Rajlich)

(dal sito Rybkachess -  27 aprile 2007 )

 

        The Pal/CSS freestyle tournaments are a sort of unofficial world championship of centaur chess play, although correspondence chess players who pour dozens of hours of sweat into their masterpieces may object to this description. One thing is clear - the presence of a time control in the freestyle tournaments shifts the emphasis from art to sport.

The latest installment of this tournament, the 5th Pal/CSS Freestyle, took place March 23-25 and was won by Danish centaur-play specialist Dagh Nielsen. We had a chance to catch up also with a few of the participants.

Dagh Nielsen, alias Flying Saucers (Denmark); Jiri Dufek, alias Xakru; Etaoin Shrdlu (Czech Republic); Arno Nickel, alias Ciron (Germany); Eros Riccio, alias Rodo (Italy); Nelson Hernandez, alias Intagrand, Cato the Younger (USA + England); Jochen Rindfleisch, alias Kaputzze (Germany); Nick Carlin, alias Flying_fatman (USA); Nolan Denson, alias Elshaddai (USA).

 (Nda: Quello che segue è il testo dell’intervista, della quale, esclusivamente per motivi di spazio, ho riportato, oltre alle domande di Vasik Rajlich, solo le risposte di Eros Riccio)  

Vasik Rajlich: Can you tell us a bit more about yourself and your involvement in chess?

Eros Riccio:  I started playing chess over the board at the age of 14 years, thanks to a friend who told me there was a chessclub in my city (Lucca) and in a few years I got a rating of 2100, which allowed me to take my first norm of National Master, but even now, after so many years, (I am 29 now) I am still trying to achieve my final norm to get the full "National Master Title". My current fide rating is 2175. I got my first computer with internet connection in 2000, and immediately started playing correspondence chess, first by normal (snail) mail, then by email, and now I prefer to only play on webserver. I have had very good results in these 6 years, in corr chess, in fact I am currently rated over 2500 ICCF and just achieved my Senior International Master title. About computer chess, I first discovered, in 2000, ICC, I used to play some games with computer there as centaur, and at the end of 2001 I got the fritz7 program that made me discover the great Playchess Server, which I preferred by far to ICC, and so I switched to engine room there, mostly 

 Vasik Rajlich: The first thing that jumps out when browsing through the games are the incredibly deep theoretical battles in the Najdorf. Many games follow the same first 20 moves. Are there objective reasons for this? Or is this mostly a matter of fashion?

Eros Riccio: well, Sicilian Najdorf is the most frequently played opening in chess, especially at high level, so I was not surprised to see so many of them in this freestyle. The theoretical battle also was great to see, everyone was so well prepared that I think some top level gm might steal some of the variation that were played there :-) I think the best Novelty might be Zacks' move in Rodo - Zacks game: 18.Kb1 Rxa2! (18.Kb1 seems to be a novelty for white too, even thought it has been played many times in playchess engine room, but after that move, I found no engine games that continued with 18...Rxa2!, that's why I consider the real novelty 18...Rxa2 and not 18.Kb1) 

 Vasik Rajlich: The Najdorf itself is disproportionately popular in these events, for both colors. What is it about this opening? And why do the relatively less well-prepared teams enter these battles?

 Eros Riccio: besides the things I said above, I may add that playing a main line like Najdorf guarantees first of all a sound opening, it's well known that main lines are very hard to refute, and it's also well known that when black plays Sicilian, Najdorf especially, he has good winning chances and the games are not boring at all. For these reasons, probably, even some players that usually wouldn't play Najdorf as their main variation, might have tried it, relying also on the advantage of being able to check databases

Vasik Rajlich: Can you tell us a bit more about your method of opening preparation? What fraction of your prepared moves are going to stand the test of time? How much preparation time goes into this?

 Eros Riccio: I am a firm believer of main lines. I always play them, unless I am trying to surprise my opponent. I repeat what I said before, there must be a reason why most of the top level players play them, they are sound and are formed by just the best moves that can be played! Every move of a main line follows the best principles of developing pieces, every move has a good plan to achieve. This may be true with sub lines also, but for example, a Nimzowitsch defense (1.e4 Nc6) will hardly allow black, with correct play by both colors, to find a good attack or just get a good position. This because 1...Nc6 simply doesn't follow at best the spirit of pieces development. Said this, I created about 4 years ago, my personal all manual opening book, I must confess that at first I inserted also some sub-openings like queen's gambit accepted, or modern Benoni as black after 1.d4, or Alekhine's defense after 1.e4, but just because I played those as human too and had fun in watching my engines play them too. But after some time I decided to abandon the personal fun, and gave up all the sublines and focused on Sicilian against 1.e4, and the Indians and semi Slav against 1.d4. As I said, I am working every day for some years on my book, what I do now that my main lines are well defined, is just watch my lost games (or games where I was out of book with a bad position), and find better moves to add (or realize which were the bad moves in book and mark them in red).

Vasik Rajlich: What are the most important qualities of a top centaur player?

 Eros Riccio: He needs, like in all things, experience in the field. A Correspondence player, which is used to analyze with engines, has probably a big advantage. I completely agree with Ciron when he says Freestyle is like blitz Corr Chess. Of course, differently from corr games, the centaur player needs "cold blood", in order to avoid excitement which may lead to mouse slips with little time left on the clock. I was very impressed by the centaur operator of Cato the Younger, in his game vs. Flying Saucers. He demonstrated to have the "coldbloodness" I was talking about, I saw him play some of his moves, without mistakes, in a very difficult position, with only a few seconds left on the clock.

Vasik Rajlich: It's pretty evident now that a top centaur combination is stronger than an unassisted engine. How would you quantify this difference? By what margin could you win a match against the newest Rybka running on your strongest machine and using Noomen's latest RybkaII.ctg opening book?

 Eros Riccio: the advantage(s) of the combination Human(s) + engine(s) is obvious: In general, an engine alone is "stupid". It plays random openings, wastes precious time on forced moves, stubbornly wants to play for the win, sometimes forcing the position and losing, when a draw would have been enough to qualify... so, relying on an automatic engine may be quite risky... a human instead, may control all those things which an engine can't. The only advantage of automatic engine I can see, is with little time left in difficult positions, as there is no risk of mouse slips and losing on time.

Vasik Rajlich: It's also pretty evident that many strong over-the-board players have trouble adapting to this format and play under the level of a standalone Rybka. What is the reason for this? Could one week of good training, supervised by a centaur-play specialist, overcome most of the problems? Or are there deeper issues, for example with the opening repertoires, etc?

Eros Riccio: Indeed, I don't understand why still so many players let their engine run alone, in important games, instead of playing themselves as centaur... I have no idea, maybe they just want to enjoy the game as kibitzers... we should ask them about this :-)

 Vasik Rajlich: How well do you think Anand or Kramnik or Topalov would fare in the freestyle final without any engine assistance? How about the late-90s version of Garry Kasparov?

Eros Riccio: I think the freestyle tournament is by far the highest-level tournament ever! I think for sure the top GMs and even Kasparov in the late 90s wouldn't have been able to qualify for the finals.

 Vasik Rajlich: Two players in the final, including GM Nickel, drew all of their games. Browsing these games doesn't reveal any especially drawish behavior. Is there some subtle reason for this? Or should it be viewed as a normal result?

Eros Riccio: The big quantity of draws, I think, are due to rybka. Rybka is just extremely good at defending even in very difficult positions.

Vasik Rajlich: On the other extreme, the winner of the tournament, Dagh Nielsen, won 3 games with black, all in ultra-sharp Najdorfs. Can this trend continue?

Eros Riccio: Flying Saucers was really impressive. What made the difference, in my opinion, was his excellent book preparation (mostly) and his experience as centaur.

 Vasik Rajlich: It gets harder and harder to win games in these tournaments. The draw rate continues to sit at around 60 to 70%. The fight to qualify to the final for the top teams is mostly a fight against draws. Will changes to the format eventually be needed to deal with this issue?

Eros Riccio: I don't think so. Now with Rybka around, most players will continue to only draw, the strongest players will win one or two games more, and they will qualify. The standings will be very short, but I like it that way too. What I mean is the best players will still win, with more difficulties, but they still will. Draws may be seen as boring, but I think it's an unavoidable thing with general level of play improvement.

Vasik Rajlich: Are there any changes to the tournaments that you'd like to see? Feel free to mention anything - format, rules, tournament software, participant composition, etc.

Eros Riccio: The latest freestyle was excellently organized in my opinion, the only important thing the server should fix is, when one reconnects let's say after 15 minutes, the game should be resumed with the correct time on the clock.

Vasik Rajlich: Thank you for your time. Wish you good luck in the next Freestyle event!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. chess

permalink | inviato da Scacchi il 20/6/2007 alle 11:4 | Versione per la stampa

20 giugno 2007

2nd webserver open tournament

E' ancora in pieno svolgimento il 2nd webchess open tournament group 2, organizzato dall'International Correspondence Chess Federation (ICCF) e diretto dal Webmaster americano Ralph Peter Marconi.

Il torneo, iniziato il 15 giugno 2006, vede per ora in testa lo spagnolo Victor Penadès Ordaz, che ha già ultimato i suoi incontri ed ha realizzato complessivamente quattro punti e mezzo in sei partite, con tre vittorie e tre pareggi.

Incalza al secondo posto l'italiano Eros Riccio con tre punti e mezzo su quattro, avendo ottenuto tre vittorie ed un pareggio, ma che deve giocare ancora due partite e può, in teoria, superare lo spagnolo.

Al terzo posto, con due punti e mezzo, il finlandese Arto Heimonen, anch'egli con due incontri ancora da disputare; al quarto lo statunitense Michael G. Hayes con due punti in quattro partite; al quinto l'austriaco Fatih Celen, che ha realizzato un punto e mezzo in due partite, ma deve ancora disputarne quattro e, quindi, non sarebbe ancora tagliato fuori; al sesto lo scozzese Derek William Coope con solo un punto in quattro incontri, e all'ultimo posto lo slovacco Aljosa Tomazini, fermo a zero punti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 20/6/2007 alle 11:3 | Versione per la stampa

20 giugno 2007

Torneo tematico Frankenstein Dracula

Il campione italiano Asigc, Eros Riccio, ha stravinto il torneo tematico Iccf Frankenstein - Dracula, iniziato il 10 marzo 2006 e diretto dal giapponese Hirokaz Onoda.

Con l'inusuale punteggio di 14 punti su 14, il giovane scacchista lucchese ha in pratica vinto tutte le partite disputate, surclassando gli avversari.

Alla finale di questo torneo, che si è sviluppato con i due gironi di andata e ritorno, hanno partecipato, oltre a Riccio: l'austriaco Adolf Vegjeleki, che si è classificato secondo con quattro punti di distacco, lo svedese Daniel Mena, il portoghese Manuel Pintor, lo spagnolo Alberto Ferrè Perez, lo svizzero Reto Moser, l'altro italiano Marino Serrajotto e l'olandese Jaap Niewold, ultimo in classifica.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 20/6/2007 alle 11:1 | Versione per la stampa

20 giugno 2007

Preliminari XVII Olimpiade di scacchi

Sono in corso i preliminari della XVII Olimpiade Iccf di scacchi, iniziati da oltre un anno.

Nel gruppo cinque del primo settore, il lucchese Eros Riccio ha portato l’Italia in testa alla classifica provvisoria, a parità di punteggio con la Russia e la Lituania, avendo realizzato sei punti e mezzo in otto partite (5 vittorie e tre pareggi).

Al quarto posto, con sei punti, si trova l’Austria, che precede di mezzo punto il Brasile e di un punto la Polonia. Israele è settimo con 4 punti, davanti a Hong Kong (3,5) e Cuba (3). Chiudono la Norvegia con 2 punti e il dottor Ole Jacobsen, che gioca con una squadra indipendente ed ha solo mezzo punto.

Per quanto riguarda il vertice di questo gruppo, la posizione dell’Italia può solo migliorare perché, mentre la Russia e la Lituania hanno già giocato tutte le dieci partite in calendario, la nostra nazionale ne deve effettuare ancora due.

A Eros Riccio, dunque, che rappresenta gli azzurri in questo gruppo, basta mezzo punto in due partite per condurre l’Italia da sola al primo posto; ma è opportuno che vinca entrambe le partite per contribuire a migliorare la classifica generale della nostra nazionale.

Per la cronaca, lo scacchista lucchese ha battuto il brasiliano Alfredo Dutra, il lituano Zilvinas Lapeginas, la israeliana Luba Danielovna Kristol, nonché Christopher Sham di Hong Kong e il polacco Zdzislaw Nowak; ha invece pareggiato con il norvegese Oystein Brekke, il russo e l’austriaco Helmut Grabner.

Gli scacchisti italiani degli altri cinque gruppi sono: Nicola Latronico, anch’egli al primo posto nel primo gruppo con tre vittorie, sei pareggi e una partita da giocare; Giorgio Ruggeri Laderchi, quinto nel secondo gruppo con una vittoria, otto pareggi e una sconfitta; Claudio Cesetti, terzo nel terzo gruppo con 3 vittorie, 5 pareggi e 2 partite da giocare ; Alberto Dosi, terzo nel quarto gruppo con 4 vittorie, 4 pareggi e 2 partite da giocare, e infine Secondo Geriga, che è purtroppo undicesimo nel sesto gruppo con tre pareggi e tre sconfitte e sta compromettendo la classifica generale degli azzurri, ma che può ancora recuperare posizioni, avendo cinque partite da giocare.

La classifica generale provvisoria delle nazionali di questo primo settore del preliminare olimpico, comprendente i risultati di tutti e sei i gruppi, è la seguente: Brasile 34 punti, Austria 31,5, Russia e Italia 30,5, Norvegia 29, Lituania e Polonia 25, Cuba 22, Israele 20,5, Hong Kong 17 e la squadra indipendente 12,5.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 20/6/2007 alle 10:59 | Versione per la stampa

20 giugno 2007

Consiglio nazionale Asigc

Gli scacchisti al "Country Club
Oggi consiglio nazionale e premi
(da La Nazione del 19 maggio 2007)

Il Consiglio nazionale dell'Associazione scacchistica italiana giocatori per corrispondenza e le premiazioni dei vincitori dei vari campionati si terranno oggi e domani al "Country Club" di Gragnano.

La sede è stata scelta per la prima volta in Lucchesia per i prestigiosi risultati ottenuti dallo scacchista Eros Riccio, che nell'occasione sarà premiato quale 54° campione italiano assoluto.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 20/6/2007 alle 10:58 | Versione per la stampa

20 giugno 2007

Eros Riccio è Maestro Internazionale Senior Iccf

Lo scacchista luchese Eros Riccio è finalmente riuscito a fregiarsi del prestigioso titolo di Maestro Internazionale Senior di scacchi dell’ICCF.

Si è appena concluso, infatti, il torneo internazionale “E. Grandmaster Norm”. Il campione lucchese ha dovuto tirar fuori tutto il suo carattere e la sua classe per competere con avversari di primo piano, come il tedesco Wolfgang Blank, il brasiliano Joao Carlos de Oliveira, l’olandese J. Hans van Unen, lo svizzero Adolf Gysi, il rumeno Daniel Cinca e altri ancora.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scacchi

permalink | inviato da Scacchi il 20/6/2007 alle 10:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile        novembre